Aderisci al Piano di Zona 2018-2020

Aderisci al Piano di Zona 2018-2020
ATTENZIONE - Per i verbali degli incontri dell'Ufficio di Piano aprire il livello desiderato dal menù a destra

giovedì 15 giugno 2017

Verbale ufficio di piano 14.06.2017



Il prossimo incontro dell’ufficio di piano sarà mercoledì 28 giugno dalle ore 9 alle ore 11 in via Manini.

Formazione FSE
Si ricorda la formazione sul tema “PONTI DI INTEGRAZIONE.  IL FONDO SOCIALE EUROPEO (POR FSE 2016): RICADUTE NEL TERRITORIO” promossa dalla cabina di regia di ATS prevista per giovedì 15 giugno al pomeriggio a Cremona (iscrizioni come da precedente comunicazione via email).

Formazione SIA
Il secondo appuntamento del corso di formazione condotto da IRS a cui il nostro ufficio di piano ha deciso di aderire si terrà mercoledì 12 luglio. Verrà identificata almeno una referente del Servizio Sociale Territoriale; ancora da definire la risorsa di CSC in quanto non è stata ancora identificata al proprio interno.

PON
Vengono condivise le riflessioni avvenute in fase di valutazione dei progetti e in fase di condivisione delle stesse in comitato ristretto.
Tutti i progetti sono stati valutati positivamente, come anticipato precedentemente in ufficio di piano.
Le differenze maggiori tra le proposte territoriali sono state riscontrate sul monteore aggiuntivo e sulle scelte organizzative. Su entrambi questi criteri di valutazione si distinguono le proposte presentate dai sub ambiti di Sergnano e Soncino.
Un’ulteriore differenziazione riguarda il modello gestionale proposto. Se nessuna delle proposte arriva ad ipotizzare un modello di gestione pienamente unitario, risulta diverso il coinvolgimento previsto dell’azienda (sul continuum da fornitura di personale ad affidamento gestionale). A questo proposito sia dal comitato ristretto che dal CDA di CSC è uscito un input forte verso la riorganizzazione degli operatori per azzerare gli scavalchi e gli spostamenti di operatori da un territorio all’altro. CSC prevede di fare un primo incontro interno, da cui elaborare una proposta di ristrutturazione che verrà condivisa in incontri specifici di sub ambito, prevedendo di arrivare ad una definizione puntuale e finale per la fine del mese di luglio.
Fatte queste considerazioni, tutti i progetti sono stati approvati a budget invariati, in quanto le variazioni progettuali citate non giustificano una diversa allocazione del budget.
I progetti dei sub ambiti di Sergnano e Soncino sono stati approvati nella loro totalità, per l’intero triennio. Gli altri progetti si considerano approvati esclusivamente per la prima annualità, in quanto necessitano di una riprogettazione delle attività sulle successive annualità.
Ai fini dell’avvio delle progettualità PON, CSC comunicherà ufficialmente l’esito della valutazione ai comuni capofila, con la conferma del budget assegnato.
A seguire l’azienda convocherà incontri specifici su ciascun sub ambito per la definizione delle modalità gestionali. Sulla base di tale definizione, verranno stipulate nuove convenzioni sia all’interno di ciascun sub ambito che tra Comuni e azienda. Si prevede l’avvio dei progetti entro settembre.
Viene sottolineata la necessità di mantenere un forte accompagnamento sui contenuti delle proposte, per mantenere gli intenti dichiarati nei progetti nella loro traduzione operativa. Si concorda per l’organizzazione di momenti di accompagnamento regolari una volta che i PUA sovra comunali saranno avviati.

Comitato Ristretto 05.05.2017
In merito al ricollocamento del residuo di bilancio del 2016, il comitato ristretto riunitosi lunedì 05 maggio ha deciso quanto segue:
-          Stanziamento di 200mila euro sul fondo premiante (per tre quarti sul SAAP e per un quarto sull’ADM)
-          Copertura con ulteriori 90mila euro dei progetti presentati sul FNA. Si registra in merito un significativo aumento delle domande. Grazie al residuo 2016 ed un ulteriore fondo messo a disposizione dal Comune di Crema per i propri cittadini, è stato possibile rispondere positivamente a tutte le domande pervenute. Viene sottolineato come il lavoro di valutazione delle domande FNA sia particolarmente oneroso, e non sostenibile se perseguito con le modalità attuali. Sarà necessario migliorare gli strumenti interni per facilitare il lavoro molto impegnativo della commissione.
-          Garanzia di un fondo per la gestione dei servizi nuovi, emergenti, in risposta alle incombenze regionali portate dalle recenti disposizioni a livello distrettuale (es. SIA, servizi abitativi, reddito autonomia, CSI, ecc). Questo fondo sarà gestito da CSC e almeno in prima battuta servirà all’identificazione di una risorsa in grado di coordinare i servizi abitativi distrettuali (vd punto successivo).

Servizi Abitativi
Aggiornamento in merito al confronto avvenuto con il gruppo del progetto “Casa Vuoi?”. Si conferma la disponibilità del gruppo a condividere competenze e prassi acquisite, in funzione di una replica delle stesse a livello distrettuale. Si ribadisce nuovamente la necessità di avere una figura di coordinamento che possa accompagnare il processo e garantire al contempo rigore procedurale ed amministrativo, su un sistema profondamente in cambiamento rispetto a quanto attuato finora dai singoli Comuni.
Il 22 giugno ANCI ha organizzato un incontro a Milano Per illustrare la bozza di Regolamento ed il funzionamento del sistema deliberato dalla Regione per la gestione delle politiche abitative.

Banca dell’Acqua
Arriverà a breve una comunicazione ufficiale da parte di CSC. Il progetto è stato avviato. Si conferma la non necessità di stipula di una convenzione a priori da parte di tutti i Comuni.

Centro Territoriale Diurno (progetto CLAC)
In settimana si chiuderà la fase di identificazione dello spazio per l’apertura del centro, che sarà situato presso il CAG San Luigi.
Per quanto riguarda la gestione dello stesso, CSC intende aprire una manifestazione d’interesse a breve per l’affidamento del centro ad un ente esterno. CSC è in attesa del tempo tecnico (massimo 40 giorni) per l’iscrizione a Sintel.

Dopo di Noi
È stata approvata il 07 giugno la delibera regionale attuativa della legge. Viene brevemente presentato il decreto. Sul primo filone (interventi strutturali) è stata già ricevuta una prima richiesta di incontro da parte di Anfass. Si procederà con la convocazione di un incontro rivolto alla rete disabilità e alle fondazioni che potrebbero essere interessate ad avviare azioni in questo senso. In merito al filone dei progetti individuali, considerato il budget disponibile, si prevede la possibilità di coprire meno di una decina di progetti sul nostro distretto.
L’Ambito distrettuale è chiamato ad elaborare un piano territoriale relativo a questo tema, e ad emettere un bando entro il 31.10.2017.

Retroattività regolamento ISEE
Vista la difficoltà da parte dell’ufficio di piano di assumere un posizionamento unitario in merito a questo tema, si lascia l’autonomia a ciascun Comune di decidere come trattare le eventuali richieste ricevute.

Revisione linee accreditamento domiciliarità
Venerdì 17.06 alle ore 10.30 vi sarà il primo incontro del tavolo che intende rivedere i contenuti dell’accreditamento dei serivi di SAD e ADM. L’incontro è aperto sia ai soggetti già accreditati che ad eventuali altri soggetti interessati. Il tavolo sarà facilitato da IRS.

Nessun commento:

Posta un commento