Voucher Conciliativi

lunedì 27 febbraio 2012

IL NUOVO PIANO DI ZONA: LA PREMESSA

Si riporta di seguito il testo (BOZZA) della Premessa del Nuovo Piano di Zona. 
Abbiamo cercato di tracciare il PERCORSO di costruzione partecipata che ha segnato questi mesi di lavoro.
Alcuni passaggi sono riferito a FASI ancora in atto che potranno subire modifiche.   
E' un documento "aperto" e aspettiamo commenti, note, integrazioni, ...

sabato 25 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE SUBAMBITO DI SERGNANO

Il sub ambitodi SERGNANO organizza gli incontri di sub ambito nelle seguenti date:

Gioved' 1 marzo alle ore 18.00 INCONTRO per AMMINISTRATORI LOCALI e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI - Presso al Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Sergnano.

Lunedì 5 marzo alle ore 18.00 INCONTRO per ENTI, ASSOCIAZIONI, SCUOLE, PARROCCHIE e altre REALTA' DEL

venerdì 24 febbraio 2012

AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DEL FATTORE FAMIGLIA LOMBARDO

Prima in Italia, la Lombardia vara il Fattore Famiglia. Si tratta di un indicatore per le politiche sociali, che non solo tiene conto delle situazioni reddituali e patrimoniali, ma contempla anche a pieno titolo il numero di figli e i carichi di cura, ad esempio la presenza nel nucleo familiare di anziani non autosufficienti o di disabili. Il provvedimento, appena approvato dal Consiglio regionale, realizza uno degli obiettivi programmatici più qualificanti della Giunta Formigoni ed è stato fortemente voluto, oltre che dal presidente stesso, dall'assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale, Giulio Boscagli. Il Fattore Famiglia sarà ora sperimentato per un anno in alcuni Comuni del territorio lombardo. A livello regionale ha già trovato applicazione per quanto riguarda la Dote scuola 2012-2013, misura che interessa un terzo degli studenti lombardi (circa 300.000) con uno stanziamento di 81 milioni e che, con i nuovi parametri applicati, darà diritto alla Dote a 8.000 famiglie in più dello scorso anno.

lunedì 20 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE CASTELLEONE



IL SUB AMBITO DI CASTELLEONE ORGANIZZA I SEGUENTI FOCUS TERRITORIALI


Mercoledì 29 Febbraio alle ore 18.00 presso il COMUNE di CASTELLEONE
INCONTRO PER AMMINISTRATORI LOCALI e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI

Lunedì 5 Marzo alle ore 18.00 presso il COMUNE di CASTELLEONE
INCONTRO PER ENTI, ASSOCIAZIONI, PARROCCHIE, SCUOLE e VOLONTARIATO LOCALE  

domenica 19 febbraio 2012

BOZZE NUOVO PIANO DI ZONA


Nelle prossime settimane sara pubblicata una serie di post che anticiperanno le diverse parti del nuovo Piano di Zona.
Siamo al via della 4^ FASE del percorso di costruzione partecipata del Piano di Zona che, parallelamente ai FOCUS TERRITORIALI, prevede la "scrittura" del documento. 
Riteniamo che possa essere una scelta innovativa e sfidante pubblicare tutti i materiali che sui diversi Tavoli di lavoro vengono predisposti e discussi. Sono testi e materiali NON DEFINITIVI e quindi devono essere considerati nella loro natura GREZZA, con la possibilità che vengano integrati e modificati. 
L'idea di pubblicare sul BLOG le bozze del Piano di Zona vuole essere un INVITO per una lettura "STRADA FACENDO", per ascoltare le proposte di integrazione e di modifica, per raccogliere commenti e suggerimenti.  
AL MOMENTO PUOI CONSULTARE
27 FEBBRAIO 2012 - LA PREMESSA DEL NUOVO PIANO DI ZONA
5 MARZO 2012 - PRIMA PARTE - ANALISI DEL CONTESTO
7 MARZO 2012 - SECONDA PARTE - LO SGUARDO LA VISION
12 MARZO 2012 - TESTO INTEGRALE DEL PIANO DI ZONA (VERSIONE NON DEFINITIVA)

COMMISSIONE OPERATIVA DEL TAVOLO LOCALE DEL TERZO SETTORE: SINTESI DELL'INCONTRO DEL 16 FEBBRAIO 2012


Ordine del giorno: 
A.   Riflessione / informazione / sviluppo “ Percorso
                                   costruzione IV Piano di Zona”;
                             B.   Pubblicazione della Carta d’Ambito cremasca;
                             C.   Prossima convocazione Assemblea del Tavolo 
                                   Locale del Terzo Settore.
 A. La Commissione Operativa riunita il 16/02/2012 ha affrontato il tema legato al percorso di costruzione del IV Piano di Zona Cremasco. Dopo una sintesi del percorso già svolto con alcune valutazioni positive dello stesso, si è focalizzata l’attenzione sui lavori di questi mesi, che culmineranno con il Convegno del 28/03/12, all’interno del quale verrà approvata ufficialmente, dall’Assemblea dei Sindaci, la programmazione del IV Piano di Zona ( 2012-2014 ).
A partire dalla metà di febbraio sono in svolgimento le assemblee di sub-ambito con la doppia modalità: il primo incontro con gli amministratori e tecnici comunali; il secondo dedicato alla conduzione dei lavori con tutte le altre risorse del territorio ( operatori scolastici, volontariato, parrocchie, società sportive, cooperative sociali ed altre risorse formali ed informali…).

sabato 18 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE SONCINO



IL SUB AMBITO DI SONCINO ORGANIZZA I SEGUENTI FOCUS TERRITORIALI


Lunedì 20 Febbraio alle ore 21.00 presso la Sala Consiliare, SONCINO
INCONTRO PER AMMINISTRATORI LOCALI e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI

Venerdì 2 Marzo alle ore 21.00 presso ila Sala Consiliare, SONCINO
INCONTRO PER ENTI, ASSOCIAZIONI, PARROCCHIE, SCUOLE e VOLONTARIATO LOCALE  

giovedì 16 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE CREMA


IL SUB AMBITO DI CREMA ORGANIZZA I SEGUENTI FOCUS TERRITORIALI

Giovedì 23 Febbraio alle ore 17.00 presso la Sala Vele, Palazzo Comune, CREMA
INCONTRO PER AMMINISTRATORI LOCALI (Assessori e Componenti della Commissione Consiliare Politiche Sociali) e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI

Giovedì 1 Marzo alle ore 17.00 presso Sala Riunioni, Oratorio SS. Trinità, CREMA
INCONTRO PER ENTI, ASSOCIAZIONI, PARROCCHIE, SCUOLE e VOLONTARIATO LOCALE  

mercoledì 15 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE SUB AMBITO BAGNOLO CREMASCO


IL SUB AMBITO DI BAGNOLO ORGANIZZA I SEGUENTI FOCUS TERRITORIALI

Giovedì 16 Febbraio alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare, BAGNOLO CREMASCO
INCONTRO PER AMMINISTRATORI LOCALI e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI

Giovedì 1 Marzo alle ore 21.00 presso il Centro Culturale, BAGNOLO CREMASCO
INCONTRO PER ENTI, ASSOCIAZIONI, PARROCCHIE, SCUOLE e VOLONTARIATO LOCALE  

martedì 14 febbraio 2012

FOCUS TERRITORIALE SUB AMBITO DI PANDINO

IL SUB AMBITO DI PANDINO ORGANIZZA I SEGUENTI FOCUS TERRITORIALI
Mercoledì 15 Febbraio alle ore 16.30 presso la Sala O. Fallaci , Via Galileo Galilei, RIVOLTA D'ADDA
INCONTRO PER AMMINISTRATORI LOCALI e OPERATORI DEI SERVIZI SOCIALI COMUNALI

Mercoledì 29 Febbraio alle ore 16.30 presso Sala degli Affreschi, Castello Visconteo, PANDINO
INCONTRO PER ENTI, ASSOCIAZIONI, PARROCCHIE, SCUOLE e VOLONTARIATO LOCALE  

giovedì 9 febbraio 2012

FASE 3: I FOCUS TERRITORIALI

Inizia in questi giorni la FASE 3 del percorso di costruzione partecipata del quarto Piano di Zona.
Dopo alcuni incontri di STAFF di sub ambito che hanno permesso di curare i molteplici aspetti organizzativi, nelle prossime settimane in ogni sub ambito saranno programmati 2 incontri, definiti FOCUS TERRITORIALI, per continuare la riflessione ed il confronto sulle aree di priorità del nuovo Piano di Zona.
Il primo FOCUS Territoriale sarà dedicato agli amministratori locali (Sindaci e Assessori) e agli operatori dei servizi sociali comunali.
Al secondo FOCUS Territoriale saranno invitati i soggetti della comunità che concorrono a realizzare il sistema di welfare locale. In particolare l'invito è rivolto a parrocchie, scuole, enti e associazioni del volontariato, del terzo settore in genere, oltre che a gruppi e realtà significative per i diversi ambiti territoriali.  

venerdì 3 febbraio 2012

POLITICHE GIOVANILI e PIANO DI ZONA


Regione Lombardia, con dgr 2508 del 16 novembre 2011, ha approvato il percorso di programmazione in materia di politiche giovanili per il periodo 2012-2015, andando oltre la stagione dei progetti e accogliendo l’esigenza espressa dagli stessi territori di rendere tali politiche un sistema stabile e riconoscibile, da valorizzare all’interno di un modello di governance e di un metodo di programmazione che pone un forte accento sull’aspetto territoriale.
Un sistema sperimentale che la Direzione Sport e Giovani intende sostenere con l’individuazione di risorse che creino un “effetto leva” per generare innovazione e con percorsi di diffusione e accompagnamento alla realizzazione del modello proposto. 
Oggi 3 febbraio 2012 si è svolto a Cremona l'incontro locale, di carattere tecnico e rivolto agli operatori,  con la finalità di presentare il documento e le sue implicazioni operative, ai soggetti che le linee di indirizzo individuano come “attori” delle politiche giovanili (Comuni in forma associata; Province, Privato Sociale, anche con riferimento all'associazionismo giovanile), nonché di raccogliere riflessioni, spunti e osservazioni che potranno contribuire a integrare sempre più efficacemente programmazione regionale e programmazione locale.