Voucher Conciliativi

venerdì 22 settembre 2017

Verbale Ufficio di Piano - 20/09/2017



Servizi abitativi – attuazione Misura 2
Si condivide la proposta ricevuta da “Casa Vuoi?” per l’attuazione operativa dell’avviso pubblico, valutata positivamente dall’ufficio di piano.
Si discute della utilità di definire più oggettivamente i criteri d’accesso riferiti alla morosità incolpevole, che determina l’adeguatezza delle singole richieste. Considerata la difficoltà di stabilire criteri omogenei che facilitino tale valutazione di adeguatezza, a causa della specificità di ogni singola situazione, si ritiene opportuno coinvolgere nuovamente “Casa Vuoi?” per provare a fare un’analisi del profilo di morosità incolpevole sui casi trattati finora da tale progetto, anche sulla base dei criteri per la definizione di tale parametro utilizzati su misure passate (CAF, progetto Abitare responsabile). Dai servizi sociali territoriali emerge la richiesta che ai fini della definizione della morosità incolpevole si possano considerare anche elementi diversi dalla perdita della capacità reddituale. Si concorda che tutti i riferimenti ufficiali inseriti ufficialmente nl decreto regionale facciano riferimento a potenziali beneficiari che ricadono nella sfera della vulnerabilità, e non della fragilità conclamata.
L’ufficio di piano concorda sulla possibilità di dedicare le risorse a disposizione per la gestione della misura a livello di Ambito al piano operativo presentato al gruppo “Casa Vuoi?”. Dal punto di vista formale e amministrativo, i dettagli di tale impegno saranno da verificare e concordare con CSC.
Affinché il gruppo “Casa Vuoi?” possa essere operativo a livello distrettuale si concorda la necessità di identificare un referente per ciascun sub ambito nel gruppo, che faccia da tramite per le situazioni identificate dai singoli assistenti sociali.
Per garantire i tempi tecnici necessari all’approvazione delle singole giunte comunali CSC invierà un sollecito a ciascun Comune entro venerdì 22/09.
Dopo di Noi
L’ufficio di piano viene aggiornato in merito all’incontro avvenuto con i referenti degli enti gestori, ed in particolare alla dichiarata disponibilità di due enti (Anffas e Seme) sulle azioni strutturali, e sull’avviata raccolta di dati grezzi che coinvolge gli enti, oltre ad ASST e servizi sociali territoriali. L’ospedale dichiara la propria disponibilità a raccogliere dati grezzi sulle persone affette da SLA
ASST sottolinea come emerga sempre più la necessità di rivedere le aspettative degli operatori sul target potenziale di questa misura; si ritengono più facilmente coinvolgibili persone che non presentano compromissione delle funzioni cognitive. A questo proposito si ritiene necessario il anche il coinvolgimento di altri enti precedentemente abitualmente non coinvolti direttamente (e che potenzialmente potrebbero intercettare situazioni non già afferenti ai servizi), quali, ad esempio: Anmic, SLA, associazione ciechi, ecc.
Si propone la costituzione di un sottogruppo per impostare gli strumenti per avviare una ricerca / analisi territoriale più approfondita. Si raccoglie la candidatura di: Francesco Iacchetti, Maria Luisa Vailati, Maide Lotti, Mara Canciani. Si verificherà inoltre la disponibilità di 1 o 2 referenti degli enti gestori (da condividere con loro nel prossimo incontro del 21/09).
In merito al necessario lavoro di accompagnamento dei familiari, si ipotizza la possibilità di coinvolgere gli stessi tramite incontri di formazione, sulla falsa riga dei percorsi tematici già attivati in passato sul tema da alcuni enti (es. Seme).
Varie ed eventuali
-          Considerato l’elevato numero di temi per lo svolgimento dei quali è previsto/richiesto un coinvolgimento diretto di CSC, si sollecita la partecipazione stabile e continuativa all’ufficio di piano di una referente distrettuale.
-          Si richiama l’attenzione su alcuni temi del piano di zona (tutela minori, rete contatto, osservatorio permanente, valutazione PO2016) che necessitano di una ripresa urgente in vista dell’approssimarsi del termine del piano di zona stesso (al di là di una possibile proroga di un anno del presente piano di zona, come ipotizzato da alcuni). Si prevede la possibilità di calendarizzare tali temi nella discussione dei prossimi incontri dell’ufficio di piano.
-          Durante l’ultimo recente incontro della Rete ConTatto la rete stessa ha avanzato la necessità di un confronto con Angelo Stanghellini e Davide Vighi. Si ipotizza che a seguito di tale confronto si possa discutere in ufficio di piano il tema della Rete e dei ruoli degli enti in essa rappresentati, pensando anche ad referente della rete all’interno dell’ufficio di piano.
-          Si ricorda l’appuntamento formativo promosso dalla cabina di regia ATS)che verrà organizzato a Crema per il giorno 16/10 dalle ore 14 alle ore 18 Marabini 16/10
-          Nuove modalità di accesso alle RSA: si richiede l’invio delle credenziali per gli operatori degli enti gestori quanto prima, per permettere loro di poter sperimentare la cartella sociale anticipatamente all’avvio della sperimentazione.
-          Si ricordano i seguenti appuntamenti:
·         22.09 convegno welfare di comunità, Fond. Cariplo
·         28.09 comunità di pratiche, Fond. Cariplo – si discute del possibile invito di Alberto Fusarpoli, come referente dei laboratori di Fare Legami
·         16.10 formazione “Ponti” promossa da ATS/Cabina di Regia, h14/18 a Crema sul ruolo dell’assistente sociale e la funzione di accoglienza. E’ importante fin d’ora invitare le assistenti sociali del nostro territorio (sono previsti crediti ECM).

lunedì 11 settembre 2017

Verbale Ufficio di Piano - 06 settembre 2017



Attuazione "Dopo di Noi" - DGR 6674 del 07 giugno17
Dopo una presentazione sintetica della misura (vd sezione Documenti dell’UdP Blog), si rileva una certa difficoltà nella strutturazione di un bando senza che l’Ambito abbia avuto modo di approfondire la conoscenza del tema e delle persone beneficiarie. La valutazione dei presenti è che ad oggi la maggior parte dei beneficiari potenzialmente target di questa misura non abbiano le precondizioni per uscire di casa. La pianificazione a breve termine si scontra con un problema non sentito così imminente per le famiglie coinvolte, che non hanno ancora impostato la prospettiva di autonomia della persona disabile, che di fatto richiede un’impostazione su un tempo lungo.
Si concorda indicativamente per riproporre le percentuali regionali in quanto l’ufficio di piano non ha a disposizione ad oggi elementi per richiedere variazioni significative.
Si concorda inoltre per lavorare per la preparazione delle condizioni soprattutto rispetto ai tempi del secondo bando (31 marzo 2018), che permetterà una migliore pianificazione delle attività preparatorie necessarie sul territorio affinché lo stesso sia una opportunità.
Il 12 settembre è stato convocato un primo incontro con gli enti che si occupano di servizi rivolti a persone adulte con disabilità grave, per iniziare a raccogliere elementi per una analisi della domanda e una conoscenza più puntuale delle persone potenzialmente beneficiarie.
Verrà preparata una scheda sintetica da mandare ai coordinamenti di sub-ambito per raccogliere riscontri concreti sul numero e sulla tipologia dei potenziali beneficiari conosciuti dai servizi.
Presidi educativi
Aggiornamento in merito al primo riscontro della commissione. A fronte di un numero di richieste eccedente il numero massimo di presidi finanziabili, la commissione ha sollecitato i 5 Comuni del sub-ambito di Pandino che hanno presentato richiesta, per dare loro la possibilità di rivedere le richieste in vista di una loro possibile riduzione. I Comuni interessati non hanno ritenuto necessaria tale revisione, rimandando al lavoro della commissione per la valutazione dell’idoneità delle candidature pervenute.
La commissione si riunirà a breve (entro il 15/09), elaborando una graduatoria definitiva. Si prevede pertanto di poter dare avvio a tale azione entro il mese di ottobre.
Attuazione piano di ristrutturazione della funzione di accoglienza dei Servizi Sociali (PON)
La discussione avuta nei mesi scorsi a livello di sub-ambito in merito alla riorganizzazione del personale assunto da CSC, in vista della risoluzione del problema degli scavalchi di sub-ambito, così come validato da Comitato Ristretto e CDA di CSC, ha evidenziato le seguente criticità, ancora non risolte:
-          Opposizione decisa a livello politico da due Comuni rispetto alla ristrutturazione prevista, e ai relativi cambiamenti delle assistenti sociali di riferimento nei singoli Comuni
-          Compatibilità della proposta con i contratti degli operatori sul territorio, anche visti alcuni recenti cambiamenti
Per quanto riguarda l’avvio della ristrutturazione della funzione di accoglienza sovra-comunale CSC prevede a breve l’apertura delle pratiche formali di selezione; la selezione sarà formalmente condizionata alla firma della convenzione tra Ministero e Comune di Crema per l’utilizzo dei fondi del PON. Si prevede di destinare alla funzione di accoglienza esclusivamente le figure che saranno selezionate grazie al finanziamento PON.
Le coordinatrici di sub-ambito si rendono disponibili per supportare e accompagnare il necessario lavoro di mediazione con il livello politico per facilitare una più completa comprensione ed eventuale accettazione del cambiamento proposto.
In merito al ritardo nell'attuazione della ristrutturazione, il cui avvio operativo era previsto per settembre 2017, si propone di discutere tale problema in comitato ristretto, avanzando l'ipotesi che si possa garantire la copertura economica della ristrutturazione (eventualmente anche al di là delle risorse ministeriali), senza rimettere in discussione la proposta stessa, rischiando di indebolirla.
SIA
Ribadita la necessità di identificare una figura di riferimento a livello distrettuale. Tale identificazione è in attesa della ristrutturazione degli incarichi a livello distrettuale, di cui al punto precedente.
VARIE ED EVENTUALI
Avvisi
15 settembre 2017
09.00/14.00 - Crema
Seminario Fare Legami “Pit Stop sugli apprendimenti”
15 settembre 2017
14.00/18.00 - Mantova
Formazione "Ponti di integrazione" promossa da ATS
Il prossimo incontro di tale percorso di formazione sarà indicativamente il 16/10 a Crema
18 settembre 2017
09.00/12.30 - Crema (all'interno della rassegna "Diverso? Certo Unico")
Incontro sul rapporto tra enti locali e terzo settore alla luce del nuovo codice degli appalti
22 settembre 2017
Milano
Convegno promosso dalla Fond. Cariplo sul welfare. Al convegno è programmato anche un intervento di Fare Legami Crema (laboratorio imprese)
REGOLAMENTO ISEE
Si condivide una sentenza del TAR di Brescia che formalizza la possibilità di prevedere un contributo sui servizi disabili diurni anche dalle famiglia a ISEE zero.
Si aggiorna in merito ad una richiesta del Comune di Agnadello all'Assemblea dei Sindaci in merito ad una proposta di revisione del contributo per servizi di tutela minori.
Tali aspetti saranno tenuti in considerazione in vista dell'approvazione del piano tariffario, che l'Assemblea dei Sindaci dovrà fare entro il prossimo novembre.
Vaccinazioni
Si apre un confronto tra i territori in merito a situazioni di iscritti ai servizi scolastici comunali in gestione diretta che non presentano i requisiti previsti per legge in tema di vaccinazioni.